Login   Tu sei in: tecnopolo


La rete regionale


logo piattaforma

logo piattaforma

logo piattaforma

logo piattaforma

logo piattaforma

 

logo piattaforma
Piattaforma Agroalimentare

logo piattaforma
Piattaforma ENA

logo piattaforma
Piattaforma ICT e DESIGN


logo piattaforma
Piattaforma MECCANICA e MATERIALI


PROGETTI

Lista di tutti i progetti
Valutazione dell’Impatto Ambientale degli Allevamenti Italiani (VIAAI)
Acronimo VIAAI
Sommario Realizzazione di un’Analisi del Ciclo di Vita (LCA) degli allevamenti zootecnici italiani. Gli allevamenti analizzati nello studio di LCA hanno coinvolto le seguenti tre filiere zootecniche:
1. Bufale da latte
2. Bovini da latte
3. Suini.
Descrizione Nell’ambito della ricerca 'Valutazione dell’impatto ambientale degli allevamenti italiani' affidata dal Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali al Consiglio per la Ricerca e sperimentazione in agricoltura, Centro di ricerca per le produzioni foraggere e lattiero casearie (CRA-FLC), il Laboratorio LECOP LEI dell’ENEA, Centro ricerche di Bologna, ha collaborato alla realizzazione di un’Analisi del Ciclo di Vita (LCA) degli allevamenti zootecnici italiani, seguendo tutte le fasi dello studio di LCA degli allevamenti, dalla predisposizione del modello alla discussione finale. Gli allevamenti analizzati nello studio di LCA hanno coinvolto le seguenti tre filiere zootecniche:
4. Bufale da latte
5. Bovini da latte
6. Suini.
Complessivamente, sono state coinvolte nella raccolta dati e nella modellazione dello studio 26 aziende, così ripartite: 6 aziende bufaline, 9 aziende bovine, 4 scrofaie e 7 aziende suine da ingrasso.
In particolare le attività espletate da ENEA sono state:
1. Collaborazione alla formazione del panel di esperti, fra CRA, ENEA e LCA Lab). Il panel ha condotto lo studio, unendo in questo modo le conoscenze zootecniche e agronomiche dei ricercatori del CRA con quelle tecnico-scientifiche dei ricercatori ENEA esperti nello sviluppo e applicazione della metodologia LCA;
2. Esame e scelta, congiuntamente al panel di esperti, dei programmi di elaborazione LCA disponibili. Dopo un’attenta analisi dei software di LCA disponibili in commercio, è stato scelto SimaPro 7.3.3. per la modellazione dello studio LCA degli allevamenti e per la creazione dei datasets di inventario relativi a ciascun allevamento.
3. Formazione di una ricercatrice del CRA-FLC presso la sede ENEA di Bologna per un periodo di 6 mesi (da marzo a settembre 2012). Le attività formative condotte da ENEA hanno incluso la metodologia LCA, l’uso del software SimaPro, il metodo di raccolta dei dati necessari per lo studio, raccolti direttamente presso gli allevamenti tramite questionari e check list, la modellazione dei sistemi e loro elaborazione per mezzo del software Simapro, al fine di costruire datasets di inventario per ognuno degli allevamenti analizzati.
4. Definizione delle fasi iniziali dello studio di LCA per l’individuazione delle unità funzionali dello studio, la definizione dei confini del sistema degli allevamenti analizzati (from cradle to gate), la predisposizione dei questionari per la raccolta dati riguardanti i consumi di mangimi per gli animali, le coltivazioni presenti in azienda (compresi i consumi di fertilizzanti, combustibili e fitofarmaci), i consumi energetici (elettricità e gasolio/gpl), i rifiuti prodotti, le deiezioni prodotte e la relativa tipologia di smaltimento.
5. Predisposizione degli strumenti (questionari e check list) per la raccolta dei dati presso gli allevamenti, che è stata effettutata direttamente tramite visita aziendale.
6. Preparazione dei tecnici e ricercatori incaricati alla raccolta dati, con particolare riferimento alla assistenza nella preparazione dei questionari da sottoporre alle aziende e alla identificazione dei dati e informazioni necessarie per condurre lo studio di LCA.
7. Creazione, aggiornamento ed integrazione degli inventari (uno per ciascuna delle 26 aziende analizzate) e predisposizione del modello dello studio attraverso il software SimaPro. Per ogni inventario creato, ENEA ha inoltre seguito l’impostazione metodologica dello studio di LCA secondo le norme ISO 14040 e 14044.
8. Analisi e interpretazione dei risultati ottenuti dallo studio LCA per ogni allevamento, con particolare attenzione alle fasi e ai processi più impattanti dal punto di vista ambientale nell’intero ciclo di vita.
Area geografica di pertinenza Italia
Data iniziale 16/02/2011  Data conclusione 30/06/2013
IPR (proprietà intellettuale risultati) I dati raccolti (data set di inventario LCI) sono di proprietà congiunta ENEA – CRA.
Risultati I dati raccolti sono utilizzati per il dimostrativo della banca dati italiana di LCA (nodo del ILCD Ddata Network).
Keywords LCA, livestock, buffalo, swine, cow, dairy
Tema ricerca generico Impatto ambientale settore agroalimentare
Stato di sviluppo Completato
Finanziamento Nazionale
Tipo di progetto R&D
Keywords LCA, livestock, buffalo, swine, cow, dairy
Partecipazione unita di ricerca al progetto
Unita di ricerca Denominazione Laboratorio Ruolo
LEI LCA ed ecodesign per l’eco-innovazione Home page laboratorio LEA (AMBIENTE) Partner





POR FESR

logo rete


" logo Fondo coesione europea



Condividi questa pagina con

LinkedIN share Facebook share condividi
Dichiarazione di accessibilità 6d66ae69-c6fd-4cb9-b536-be3fdfb0144c